È la scienza che si occupa della comunicazione umana, ma il logopedista all’interno dello studio odontoiatrico si occupa principalmente dei disturbi legati alla deglutizione. Fra questi vi è la deglutizione atipica, ovvero una spinta linguale contro i denti durante l’atto deglutitorio diversamente dalla deglutizione adulta dove la spinta linguale avviene contro il palato, in alto ed indietro rispetto agli incisivi superiori.

Tale spinta linguale contro i denti determina una malocclusione. Su indicazione dell’ortodontista sarà compito del logopedista favorire l’apprendimento e quindi l’automatizzazione di una deglutizione adulta. In una discreta percentuale di casi in cui la malocclusione è strettemante collegata alla sola deglutizione atipica e non a fattori scheletrici dell’individuo, il solo trattamento logopedico si rivela sufficiente a riportare l’occlusione dentale verso una situazione funzionale adeguata o a ridurre i tempi del trattamento ortodontico. Oltre alla deglutizione atipica il logopedista si occupa anche di altre abitudini nocive causa di malocclusione, quali la respirazione orale ed i disturbi di pronuncia dovuti a scorretta postura linguale. Fondamentale quindi la collaborazione tra ortodontista e logopedista perché, se tralasciati, tutti questi fattori funzionali inficeranno i risultati ottenuti con il trattamento ortodontico.